Followers

Ravioli e tortelli di zucca

Non avevo mai fatto la pasta fresca, e ho provato subito con quella ripiena. Devo confidarvi però che non è così semplice... o meglio, l'impasto è semplice, ma stenderlo sottile con un mattarello non professionale (= piccolo) è da masochisti! Alla fine avevo le mani viola, e la pasta mi guardava un po' soddisfatta per essere riuscita ancora a resistere alle mie pressioni. La lotta è stata dura... in parte si è fatta stendere, ma non me l'ha data vinta del tutto, è rimasta un po' spessina, ma era buona ugualmente anche se la prossima volta mi presenterò con attrezzi più adeguati a questo genere di combattimento!

Questa volta ho fatto le foto passo passo, anche perché ormai priva di energie preferisco far parlare le foto. :)
Iniziamo col risultato finito, ravioli di zucca al burro e salvia.


Avendo fatto dei ravioloni, mi sono limitata a mangiarne 5, e con burro salvia e parmigiano erano proprio buoni!

Ma vediamo come li ho fatti.

Ingredienti per la pasta:

1 uovo ogni 100 gr di farina. Ho usato la farina antigrumi il Molino Chiavazza
un po' di sale

Ingredienti per il ripieno

1/4 di zucca mantovana
4-5 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di pangrattato (in Svizzera non si trovano gli amaretti che andrebbero nella ricetta originale)
sale

Procedimento per il ripieno:

Sbucciare e lavare la zucca. Tagliarla a pezzetti e metterla in forno avvolta in una stagnola. Lasciare cuocere con forno statico a 180° per una ventina di minuti, finché non diventa tenera.

Schiacciare la zucca con una forchetta, aggiungere gli altri ingredienti e lasciare raffreddare mentre si procede con la preparazione della pasta.

Procedimento per la pasta:

Impastare bene gli ingredienti e formare una palla.

Stendere l'impasto fino a formare una sottile sfoglia rettangolare, e iniziare a posizionare il ripieno all'interno, come in foto.


Inumidire i bordi di ogni raviolo con un po' d'acqua. Ripiegare ora la sfoglia e premere attorno ad ogni raviolo in modo da fare aderire la pasta.


Procedere tagliando i ravioli con l'apposita rotella dentata.


Non paga della fatica, e in preda al delirio di onnipotenza culinaria, ho provato a fare anche i tortelli, che ho somministrato la sera al mio fidanzato, conditi allo stesso modo.

Ecco come fare.

Ritagliare dei quadretti e farcire.


Chiudere lungo la diagonale, premendo un po' ai lati in modo da fare aderire la pasta.


E ora ripiegare a fazzoletto e chiudere il tortellino facendo aderire i due angoli acuti (ora mi rendo conto di quanto fosse utile la geometria a scuola).


Continuare con gli altri tortelli, e il gioco è fatto!


La pasta dovrebbe cuocere 10 minuti, questa era un po' spessa e ha cotto di più, mi sono regolata assaggiando ogni tanto un pezzetto di tortellino e quando li ho serviti erano tutti spuntati! :)

Con questa ricetta partecipo al contest Dolcizie d'autunno, di Dolcizie... le mie dolci delizie





7 commenti:

  1. Eh qui non mi trovi impreparata, li faccio anche io, ma in formato tortelli con le code, hai presente??
    Mia figlia ne va matta.
    Se vuoi cimentarti con la pasta fresca mi raccomando, armati di tira pasta elettrico o a manovella!!
    Io non potrei farne a meno!
    Comunque solo perché hai fatto così tanta fatica per noi ti meriti un dieci e lode!!
    Flavia

    RispondiElimina
  2. Grazie! Ma mi sa che ho sbagliato io che mi sono dimenticata di girare in su il codino... va beh... questa volta ha vinto la pasta!

    RispondiElimina
  3. Questi ci piacciono da morire... sei bravissima ...
    Ps: aspettiamo i tuoi croissants ;))
    Un saluto e un bacione dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  4. Boniiii arrivo aspettami!! vengo sola piacciono solo a me :)
    baci Anna

    RispondiElimina
  5. ciao Vale,sei troppo brava!!ad avere questa pazienza da santa,ti meriti tantissimi complimenti!!un abbraccio!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...