Followers

Merenda all'imbrunire... Un'improvvisa voglia di paste di meliga


L'autunno inizia a farsi sentire da queste parti, e con lui anche la voglia di sfornare e mangiare biscotti.
La domenica autunnale con un bel libro, un thé caldo e qualche biscotto da sbocconcellare durante la giornata mi dà una sensazione di pace e calore che le parole non saprebbero descrivere. Ma i biscotti sì!

Le paste di meliga sono biscotti tipici piemontesi, la ricetta in sé è molto semplice, e se avete un sac à poche robusto (tipo quelli di tessuto), la realizzazione di questi profumati biscotti con farina di mais non presenterà alcun ostacolo...

Se come me invece utilizzerete i sac à poche usa e getta, quelli di plastica per intenderci, forse ci metterete qualche minuto in più, e tre o quattro sac à poche vi esploderanno tra le mani! Ma tenete duro, perché sono talmente buoni che ne sarà valsa la pena.

Sarebbero tutti rotondi, se non avessi usato i sac à poche usa e getta... sarebbero delle ciambelline perfette, e invece sono uno diverso dall'altro ma perfettamente buoni!



Ingredienti (una ventina di biscotti o qualcuno di più)

200 g di farina 00
100 g di farina di mais fioretto
200 g di burro
140 g di zucchero
1 uovo
un pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito per dolci
le zeste di un limone
1 bacca di vaniglia

Procedimento

Lavorate il burro e lo zucchero con un cucchiaio di legno (o col gancio per impastare se usate l'impastatrice), aggiungete le scorze di limone, la vaniglia e in ultimo l'uovo, che farete amalgamare bene prima di aggiungere altri ingredienti.

Aggiungete quindi le farine setacciate con il lievito ed infine il pizzico di sale.

Impastate velocemente e lasciate riposare l'impasto una decina di minuti.

Trasferite l'impasto nel sac à poche con la punta a stella e formate le ciambelle direttamente sulla teglia del forno foderata con carta forno.

Fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti, trasferite quindi i biscotti su una griglia e lasciateli raffreddare completamente.

Si conservano perfettamente in un barattolo di vetro, se riuscirete a farli durare per più di un paio di giorni!


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...